Sommario della pagina:
stampa questa paginastampa questa pagina
Personalizza lo stile

Beni librari - Chi siamo

La Regione Abruzzo, attraverso il proprio strumento legislativo rappresentato dalla L.R. 77/98, si prefigge lo scopo di agevolare e incentivare l'accesso dei cittadini agli strumenti di informazione, cultura e formazione permanente, in condizioni di assoluta parità nelle opportunità e di promuovere, nel contempo, lo sviluppo e la trasformazione qualitativa e quantitativa dell’offerta dei servizi bibliotecari diretti agli utenti.
Per il conseguimento delle finalità sopra richiamate, la Regione Abruzzo opera per il tramite della Soprintendenza ai Beni Librari e Biblioteche che, nell’ambito del territorio regionale, svolge le funzioni istituzionali sue proprie e ne fonde le azioni secondo le disposizioni derivanti dai diversi ranghi della normativa che disciplina la materia: la normativa europea, la normativa statale e la normativa regionale.
Nell'ambito delle specificità della competenza regionale, l'Ufficio Soprintendenza adempie ai compiti di natura tecnico-amministrativa riferiti:
  • al restauro del patrimonio librario e documentario di appartenenza pubblica, con riferimento a quello antico avente carattere di rarità e pregio, nel rispetto degli indirizzi tecnico-scientifici stabiliti dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali;
  • alla tutela del patrimonio librario e documentario di appartenenza pubblica e privata per il quale le caratteristiche di antichità, rarità e pregio, determinano il notevole interesse storico, artistico e culturale;
  • al sostegno delle iniziative dell'Associazione Italiana Biblioteche e delle Università Abruzzesi, relative alla formazione e all'aggiornamento del personale che opera nel settore bibliotecario;
  • alla promozione, all'introduzione e al potenziamento delle tecnologie informatiche in regime di S.B.N. - Servizio Bibliotecario Nazionale;
  • al sostegno delle Biblioteche di Ente Locale e di interesse locale attraverso l'assegnazione di fondi regionali, la partecipazione ai Comitati di Gestione, la consulenza sugli acquisti di volumi e raccolte librarie e la vigilanza sull'aspetto organizzativo e funzionale del pubblico servizio;
  • alla previsione del rilevamento, all'elaborazione, all'analisi e alla pubblicazione dei dati statistici riguardanti l'ambito di propria competenza;
  • alla partecipazione a rassegne editoriali regionali, nazionali ed internazionali finalizzata alla promozione del libro, della lettura e della produzione editoriale e locale;
  • alla gestione amministrativa e contabile dell'Ufficio nell'esercizio delle funzioni delegate della spesa;
  • alla gestione amministrativa dei beni mobili dell'Ufficio e dei locali in uso all'Ufficio stesso.