Sommario della pagina:
stampa questa paginastampa questa pagina
Personalizza lo stile

Presentazione

La Regione Abruzzo promuove l'informazione su aspetti peculiari della storia, della letteratura, dell'arte, delle tradizioni popolari, della natura e dell'ambiente fisico e socio-economico dell'Abruzzo.
A tale scopo, tramite la Legge Regionale 138/98, la Regione partecipa alle spese concernenti:
  • la realizzazione da parte di Case Editrici abruzzesi di progetti editoriali mirati, riferiti ai suddetti aspetti, espressivi dell'identitą culturale, sociale, economica, naturalistica e ambientale dell'Abruzzo, o a qualsiasi altra tematica, non regionale, di ricerca e di informazione;
  • la presentazione della produzione editoriale abruzzese - o di importanti pubblicazioni riguardanti l'Abruzzo, edite al di fuori della regione - in rassegne nazionali e internazionali di promozione settoriale;
  • la realizzazione di Mostre-mercato regionali dell'editoria abruzzese;
  • il potenziamento, presso biblioteche e istituzioni culturali della regione, della dotazione di pubblicazioni, - compresa la stampa periodica e la produzione multimediale su CD-rom - riguardanti l'Abruzzo o edite in Abruzzo.
L'Art. 9 della suddetta legge istituisce l'elenco regionale degli editori abruzzesi, al quale possono essere iscritte le Case Editrici che hanno sede nel territorio regionale e/o sono iscritte alla Camera di Commercio di una delle province abruzzesi, in data anteriore di almeno due anni rispetto a quella della richiesta di iscrizione; inoltre devono aver prodotto, durante i medesimi due anni, almeno dieci titoli, comprensivi di libri distribuiti in librerie o edicole e/o riviste o pubblicazioni periodiche registrate in Tribunali abruzzesi, e distribuite in edicole, in librerie o anche solo in abbonamento.