Sommario della pagina:
stampa questa paginastampa questa pagina
Personalizza lo stile

Eremo - Provincia dell'Aquila

Eremo di San Marco alla Foce

Comune:  Celano
Tipologia:  Eremo Celestino
Come arrivare:  A24/A25 RM-PE uscita Aielli-Celano da Napoli: A1 NA-RM uscita Caianello/ seguire indicazioni per Castel di Sangro/ Roccaraso/ Sulmona/ Pratola Peligna/ A25 direzione Roma uscita Aielli-Celano
Notizie:  Nelle gole di Aielli-Celano, tra la boscaglia, un sentiero conduce all?eremo di San Marco. Il complesso monastico si sviluppa per circa 50 metri su una stretta balconata, delimitata a monte da una parete di roccia e a valle da uno strapiombo sul torrente la Foce. Il terrazzo naturale è ancora oggi chiuso da un grande muro realizzato per impedire l'accesso al romitorio. La prima parte del complesso presentava sicuramente un secondo livello, come si deduce dalla considetrevole altezza delle mura e dalla presenza di resti di cornici delle finestre e dei materiali da copertura; una stretta feritoia, a dimensione d'uomo, era invece posta nella parte bassa. La seconda parte della costruzione, a causa della pendenza del terreno, fu realizzata con basi in muratura le cui tracce sono ancora visibili nel terreno. La parte absidale, considerata la più interessante del complesso, era ricavata nella parete rocciosa dove ancora oggi sono visibili tracce di intonaco dipinto. Scavi clandestini hanno messo in luce una cornice in muratura che corre lungo tutto l'abside. Le notizie storiche sull'eremo sono piuttosto confusionarie e tra gli storici locali è vivace la diatriba sull'ubicazione. Infatti, in un'area molto ristretta vi sono localizzati ben tre monasteri dedicati a San Marco: il primo è San Marco di Casaleni a Trasacco, edificato da Giovanni di Foligno nell'XI secolo sul Monte Vittorino e abitato, per poco tempo, prima da Pietro da Morrone e poi da Bartolomeo da Trasacco; il secondo è San Marco in località la Foce a Celano in cui si pensa che si trasferirono, in un secondo momento, i monaci che dimoravano a Trasacco; infine il monastero di San Marco in Fosse, in località Le Gole a Celano, di cui ancora oggi sono visibili i resti murari. Nella tradizione locale l'eremo di cui tattiamo è noto come convento, e le sue condizioni dovevano essere ancora abbastanza buone se alla fine del '600 l'abate di Rovere, Nicola Pietrantonio, pregava il vescovo dei Marsi di concedere la facoltà "di celebrare in una certa cappella di S. Marco che fu sospesa per trovarsi in loco selvaggio, dove ho disposto questo popolo ad intervenire in processione".
Informazioni:  Municipio tel. 0863-791226
Stato di agibilità:  Agibile
Celano, Eremo di San Marco alla Foce, ingresso dell'antico monastero
Celano, Eremo di San Marco alla Foce, resti murari
Celano, Eremo di San Marco alla Foce, pianta