Sommario della pagina:
stampa questa paginastampa questa pagina
Personalizza lo stile

Fontane Provincia dell'Aquila

Fontana del Pisciarello di Scanno

Comune:  Scanno
Come arrivare:  A25, uscita Cocullo; proseguire lungo la SS 479
Notizie:  La Fontana, che sorge in una zona periferica dell'antico borgo in via Porta Sant'Antonio era, fino alla fine del XVIII secolo, un semplice abbeveratoio. In seguito con l'ampliamento del borgo verso il quartiere Codacchiola la fonte fu inglobata nella cinta muraria e nel 1787 ebbe la sua sistemazione definitiva che la trasformò nella monumentale fontana che vediamo oggi. Fu sottoposta ad un intervento di restauro nel 1837. I lavori riguardarono la conduttura, il paramento murario e la copertura. Nel 1862 fu probabilmente realizzato il mascherone a forma di ariete che si vede nella parete di fondo e furono eseguite alcune opere di risanamento della intera conduttura in cotto. Il manufatto, prettamente barocco, con paramento murario di conci in pietra locale squadrata, è costituito da un arco a sesto ribassato culminante con un fastigio curvilineo di gusto rococò con lo stemma dell'Università di Scanno, in posizione centrale, su cui è incisa la data 1787. L'arco forma una nicchia nella quale è inserita una vasca rettangolare affiancata da due parallelepipedi contenenti piccole vasche che raccolgono l'acqua sgorgante da due mascheroni scolpiti con lavorazione molto piatta. In una nicchietta sul lato sinistro si trova il rosone dal quale fuoriesce il terzo zampillo detto beverino. Le camere di manovra dell'impianto idrico , chiuse da una botola, sono collocate dietro la parete.
Informazioni:  I.A.T. tel. 0864-74317
Scanno, Fontana  Pisciarello
Scanno, Fontana  Pisciarello, mascherone 1
Scanno, Fontana  Pisciarello, nicchia con beverino
Scanno, Fontana  Pisciarello, mascherone 2
Scanno, Fontana  Pisciarello, mascherone 3
Scanno, Fontana  Pisciarello, stemma
Scanno, Fontana  Pisciarello, iscrizione
Scanno, Fontana  Pisciarello, vista laterale