Sommario della pagina:
stampa questa paginastampa questa pagina
Personalizza lo stile

Scultura lignea Provincia dell'Aquila

Madonna col Bambino. Chiesa di Santa Maria ad Cryptas a Fossa

Comune:  L'Aquila, Museo Nazionale d'Abruzzo
Come arrivare:  A24, uscita L'Aquila
Notizie:  Autore: Maestro di Fossa La Madonna di Fossa è oggi conservata nel Museo Nazionale d'Abruzzo dell'Aquila; la sua originaria collocazione era nella piccola chiesa, di stile gotico-cistercense, di Santa Maria ad Cryptas, a Fossa. La scultura, rappresentante la Vergine con il Bambino, era provvista di una custodia con due magnifici sportelli ai lati, purtroppo trafugati, decorati con dipinti di scene della Vita di Cristo. A sinistra erano rappresentati L'Annunciazione, L'Adorazione dei Magi e La Presentazione al Tempio; a destra La Crocifissione, La Fustigazione e Il Bacio di Giuda. Il solo frammento ad essere stato recuperato è quello raffigurante La Presentazione al Tempio, anch'esso esposto nel Museo. Autore di questo gruppo scultoreo si ritiene debba essere un artista attivo nell'Abruzzo e nell'Umbria meridionale intorno alla prima metà del XIV secolo, identificato con il nome convenzionale di Maestro di Fossa. A lui sarebbero stati attribuiti anche i pannelli del tabernacolo che custodiva la Madonna, in relazione a diversi paragoni con opere presenti a Spoleto ed in varie collezioni private. La Vergine è rappresentata in maniera perfettamente frontale, in atteggiamento seduto su un sedile di tipo cosmatesco, dipinto sulla lastra del tabernacolo posta alle sue spalle. La veste è di colore rosso, il manto è dorato con decorazioni scure sui bordi, le spalle sono coperte da un velo bianco e il capo dalla corona. Il Bambino è posto sul ginocchio sinistro della Madre, in piedi ed in posizione benedicente, indossa una veste verde ed un manto dorato. Tale gruppo scultoreo costituisce, nell'ambito della produzione lignea abruzzese, uno dei più pregevoli esempi di mediazione tra tradizione antica e linguaggio moderno, nel quale trovano espressione una semplicità ed una chiarezza compositiva riecheggianti origini romaniche e, al contempo, una maggiore e più evoluta libertà espositiva, conferita in particolare dalla plasticità dei panneggi.
Informazioni:  Museo Nazionale d'Abruzzo tel. 0862-6331
L'Aquila, Museo Nazionale d'Abruzzo, Madonna col Bambino, scultura lignea policroma, metà sec.XIV. Provenienza: chiesa di S. Maria ad Cryptas di Fossa